Voto 4 su 1 voti. Clicca sulle stelle per valutare 
Per rendersi conto che senza gli altri la nostra vita non ha senso…Dio e San Pietro scendono infatti sulla terra per un "Giudizio" straordinario, l’unico uomo rimasto non riesce a dimostrare di poter vivere il progetto d‘amore senza gli altri…equivoci ed un finale "doloroso"…

Pregi: Può far ridere, se ben recitata.
Difetti: Quasi essenziale l’uso del dialetto, fiorentino e napoletano.

Narratore: Accadde un bel giorno, per una causa inspiegabile, che tutti gli uomini tranne uno sparirono dalla faccia della terra. Quest’uomo si chiamava Peppino .
Adattarsi alla nuova situazione, dopo la paura iniziale non fu semplice, ma il nostro Peppiniello, spirito indipendente e solitario non fece molta fatica a trarre vantaggio dal nuovo stato delle cose…Un giorno uno strano evento venne tuttavia a turbare la serenità del nostro amico…..

Angelo: Annunciazione Annunciazione, venuta di Dio accompagnato da San Pietro nel mondo per controllare come vanno le cose…. Annunciazione Annunciazione…
DIO: Pietro cominciamo con l’appello che è sempre la cosa più lunga….
SAN PIETRO: Si, ..allora… Peppino!
PEPPINO: p..p..presente….
(..pausa..)
DIO: Finito? Ma quanti siete?
PEPPINO: Eh uno io ho detto presente
DIO: Si ma quanti siete?
PEPPINO: Eh uno sempre io ho detto presente…
DIO: Va be meglio cosi si fa prima andiamo avanti va…cominciamo con i peccati
SAN PIETRO: Non si preoccupi è una semplice interrogazione lei dica semplicemente la verità e non ci so problemi…
PEPPINO: Si scusi ma…
SAN PIETRO: Eh! ha interrotto prima della domanda un primo meno, vero Dio lo mettiamo un bel meno sul registro… silenzio. Ecco ad esempio un controllo su questo comandamento che di solito….Onora tuo padre e tua madre..
PEPPINO: Scusate voi siete Dio e San Pietro quelli che avete fatto l’appello prima?
SAN PIETRO: Si!
PEPPINO: E scusate ancora ma non vi ricordate che non ci so ne padre e ne madre, perché sono solo….
SAN PIETRO: Non lo so Dio ti sembra una buona giustificazione…io il meno lo metterei
PEPPINO: Eh il meno tanto per cambiare, basta che mette meno…è tutto contento
DIO: Procediamo procediamo…
SAN PIETRO: Ah vediamo questo per esempio , “Non dire falsa testimonianza”
PEPPINO: Ah ! Quello che tradotto poi sarebbe non dire bugie, e qualche sera che non mi va di alzarmi mi chiedo da solo, ci sto solo io logicamente, ti sei lavato i denti? E dico si perché non mi va di alzarmi, e invece non…non lo so se vale
SAN PIETRO: Dio aiutami tu, non lo so, certo ne ho sentite di peggio..
DIO: Seguita Pietro la mia carità è grande..
SAN PIETRO: Eccolo qui che casca l’asino, “Non desiderare la donna d’altri”
PEPPINO: Scusa Dio una domanda…ma San Pietro le ha fatte le elementari perche sai si dice che era pescatore, gente umile…oppure più il Paradiso è pieno più lui lavora e allora mette a tutti i meno…
DIO: Beh in effetti alcune cosine non le capisce però , va bene Pietro veniamo ai meriti…
SAN PIETRO: Ah ecco qui ci spicciamo….Rispetta l’unico grande comandamento che ha dato Gesù
DIO: Quel figliolo mè scappato da casa nell’anno zero, gridava gli dobbiamo voler bene Papà stanno messi troppo male, e infatti v’ha dato una bella mano…grazie a lui…che poi sono sempre io….va be lasciamo perdere.
SAN PIETRO: Dicevo, rispetta l’unico grande comandamento che ha dato Gesù “ama il prossimo tuo come te stesso” ? Altrimenti niente scuse! Niente Paradiso!
PEPPINO: San Pietro fratello, prossimo mio, quanto sei bello….
DIO: No San Pietro non vale
PEPPINO: Ah San Pietro non vale….mamma mia però allora dio tu che sei un po’ più sveglio, senza offesa San Pietro per carità, come faccio io se i prossimi non ci stanno più, allora tutto sto lavoro che fai tu, con me non funziona, ne peccati e ne meriti sono inutile…
SAN PIETRO: In effetti Signore forse qualcuno per dare una mano ci vorrebbe….
DIO: Eh gia! Almeno una donna poi ci pensano loro con garbo, magari prima vi sposa San Pietro, solo non mi ricordo come ho fatto la prima volta, è passato qualche milione di anni….
SAN PIETRO: (parla all’orecchio di Dio)
DIO: Ah vedi Peppino mi servirebbe semplicemente una cost…
PEPPINO: Mamma mia , certo Dio che pure tu sei strano, proprio una costola? Che è complicata da levare, mamma mia me fa pure impressione, ti devi mettere li è doloroso, non potevi usare un capello, una cosa semplice , una costola mamma mia, per carità Dio grazie, ma meglio solo…
Sezione: Teatro. Musical, commedie, scenette - Altri file in questa sezione
Dimensione: 36 KB
Download: 1208
Formato: Documento Microsoft Word
Nome del file:   un-mondo-vuoto-di-gente-scenetta-teatrale.doc ->Scarica un-mondo-vuoto-di-gente-scenetta-teatrale.doc
Daniele

Daniele

Animatore junior - Animatamente

Contatti: Scrivi alla redazione

commenti Un commento o una richiesta?



Commenti